COLLATERAL

DATI TECNICI:

Anno: 2004
Paese di Produzione: Usa
Genere: Thriller
Regia: Michael Mann
Interpreti principali:
Jamie Foxx: Max
Tom Cruise: Vincent
Jada Pinkett Smith: Annie
Mark Ruffalo: Fanning
Javier Bardem: Felix

DATI TECNICI:

Il cinema di Michael Mann, maestro del thriller e del poliziesco, è sempre stato metropolitano, oscuro, affascinante e asciutto al tempo stesso. Tutte caratteristiche che in “Collateral” si compenetrano con una storia avvincente e dal ritmo veloce.
collateralSe un Killer professionista sale sul vostro taxi e vi ordina di portarlo in cinque punti diversi della città per eliminare cinque testimoni di un processo, allora non avete certo tempo da perdere.
Se l’autista del taxi è un ottimo Jamie Foxx, e se il killer è un irriconoscibile Tom Cruise nell’insolito ruolo di “cattivo”, allora la sorpresa è assicurata.
Se la sceneggiatura corre veloce e non ha buchi (la durata del film combacia pressoché con quella degli eventi narrati), allora il risultato è ottimale.
Di Los Angeles Mann ci presenta i lati oscuri, ma anche le luci, le visuali dall’alto che inquadrano il traffico notturno sulle strade colorate, e sopra tutto ciò una sensazione paradossale di calma e di infinità che sembra capace di uscire fuori solamente la notte.
I dialoghi quasi filosofici e mai a caso tra il killer e l’autista del taxi, oltre a creare una sorta di affinità tra due individui così diversi come Max e Vincent, carica il thriller di molti significati.
collateral (1)Mentre ci si poteva aspettare una progressiva identificazione di Max nel killer, assistiamo invece ad una nascosta ammirazione da parte di Vincent nei confronti del tassista dalla vita così banale e ripetitiva, ma ricca di sogni che lui, obbligato alla perfezione minimale nel suo lavoro, non riesce più a fare.
D’altra parte il messaggio di Vincent è uno solo: “carpe diem”, e non è un messaggio così negativo (Tom Cruise non avrebbe mai potuto essere un cattivo a tutto tondo e infatti alla fine il suo personaggio non ispira terrore quanto pietà).
La trama ha due punti focali che spezzano la narrazione e rianimano la storia: la perdita della lista delle vittime da parte di Vincent, e la riapparizione di Annie (Jada Pinkett Smith) verso la fine del film.
Da segnalare infine un’ottima sequenza action (la sparatoria nella discoteca), il camaleontico Mark Ruffalo nei panni pur sempre abituali di poliziotto, un cameo di Javer Bardem nel ruolo del boss del narcotraffico ed uno di Jason Statham nella sequenza iniziale.

image0052

Annunci