Pubblicato il

ALIEN

DATI TECNICI:

Anno: 1979
Paese di Produzione: Usa
Genere: Fantascienza, Horror
Regia: Ridley Scott
Interpreti principali:
Sigourney Weaver: Ripley
Tom Skerritt: Dallas
Ian Holm: Ash
Yaphet Kotto: Parker
John Hurt: Kane

RECENSIONE (contiene spoiler)

Probabilmente il più bel film di fantascienza di tutti i tempi, il futurismo di “Alien” è di una cupezza e di una drammaticità che fanno dello spazio non più uno slancio libero verso l’infinito, bensì un’oscura cupola che sembra sempre sul punto di sopraffarci.
AlienCerto è la minaccia aliena, (espressa in tutta la sua plastica violenza nella celebre scena della mutazione genetica di Alien nel corpo di Kane) ad essere la fonte principale del meccanismo di suspense.
Eppure la cupezza e il senso di claustrofobia sono presenti già prima della scoperta della forma di vita extraterrestre, nella struttura fisica stessa dell’astronave “Nostromo”, in cui gli elementi di fantascienza si fondono con un’estetica dark che, ovviamente, prenderà il sopravvento una volta che l’astronave commerciale atterrerà per esplorare lo sconosciuto pianeta di Alien.
ash_headDi gran lunga superiore rispetto a “Blade Runner”, la fantascienza di “Alien” fonde il genere con l’horror e in questo caso Ridley Scott oltre a darci un’ottima qualità delle immagini riesce a tenere la tensione sempre molto alta.
E’ inoltre affascinante il tema di fondo sulla conformazione di una forma di vita superiore rispetto a quella umana e dell’ibrida commistione tra organico ed inorganico, nella figura dell’androide Ash (anche qua gli effetti speciali di Carlo Rambaldi, come nel resto del film, sono memorabili, ed è uno dei punti forti del film, insieme agli effetti sonori).
alien-1979--16Non dobbiamo scordarci che la terribile minaccia di “Alien” nasce da una spedizione scientifica e dunque da interessi puramente conoscitivi; è vero che l’equipaggio è sabotato da Ash, ma è a causa dell’innata curiosità insita nell’uomo che Kane si avvicina così pericolosamente alle uova che contengono la creatura extraterrestre.
E’ inevitabile dunque che a sopravvivere sia infine una donna: le sequenze che precedono lo scontro finale con “Alien” ci mostrano la bravissima Sigourney Weaver nella sua intimità più calda, spogliata dell’aspetto maschile che l’aveva caratterizzata fino ad allora, creando finalmente una palese contrapposizione rispetto alla mostruosità della creatura aliena.

26

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...