Pubblicato il

LE CONSEGUENZE DELL’AMORE

DATI TECNICI:

Anno: 2004
Paese di Produzione: Italia
Genere: Drammatico
Regia: Paolo Sorrentino
Interpreti principali:
Toni Servillo: Titta di Girolamo
Olivia Magnani: Sofia
Adriano Giannini: Valerio di Girolamo
Raffaele Pisu: Carlo

RECENSIONE (contiene spoiler):

Un compassato e disilluso Toni Servillo interpreta Titta di Girolamo, uomo d’affari dal passato grigio e dal presente ancora più misterioso e monotono, costretto dalla mafia, con cui aveva contratto un debito, a vivere in un hotel in Svizzera, in attesa perenne dell’arrivo periodico di una valigetta di soldi illegali che egli dovrà poi riciclare legalmente in una banca elvetica.
imagesLa splendida sequenza iniziale ci mostra il lungo corridoio bianco che porta al caveau, metafora di un percorso esistenziale che il protagonista affronterà nel corso della storia e che lentamente lo cambierà.
Le conseguenze  dell’amore del titolo sono infatti i risvolti imprevisti che l’incontro con la graziosa cameriera dell’albergo – Sofia (Olivia Magnani) generano sulla sua routine quotidiana.
Il prezzo da pagare però sarà alto: Di Girolamo incomincia lentamente a “sgarrare”, tenendo da parte dei soldi per acquistare un’automobile nuova alla ragazza e finendo col ribellarsi apertamente ai mafiosi con cui è costretto a lavorare.
Tuttavia Di Girolamo non è mai un eroe, la sua è quasi una confessione dettata dalla disperazione di una vita sempre identica a se stessa e mentre il destino lo separa da Sofia, egli morirà seppellito con i piedi nel cemento, sparendo in questo modo totalmente per l’intera umanità, come se la sua esistenza non avesse mai avuto inizio.
Toni-Servillo-Le-conseguenze-dellamoreIl finale struggente lascia però aperta una speranza in un’ultima memorabile sovrapposizione di immagini e riporta il film a livelli alti – impatto visivo patinato ed emozionale, ironia nella tragedia, regia innovativa – come nelle sequenze iniziali.
Infatti, se al precipitare degli eventi corrisponde una svolta di tensione in una storia di per sé statica, a ciò non segue un salto di qualità, perché l’arrivo dei mafiosi secondo me rende banale un film che poteva essere un capolavoro.
una-sequenza-di-le-conseguenze-dell-amore-55324Altri personaggi sembrano avere poco spessore, come la coppia dei ricchi falliti che alloggiano nella stanza a fianco a quella di Titta e la stessa figura di Sofia e del suo rapporto con il protagonista restano poco delineati, mentre è significativo anche se fugace l’incontro con il fratello estroverso interpretato da Adriano Giannini.
Il film è tutto incentrato sulla figura di Toni Servillo. E nella memoria resta soprattutto la prima parte della pellicola, perfetta da un punto di vista registico, dai dialoghi ben riusciti e con un’ottima colonna sonora, realistica ma visionaria al tempo stesso, nel raccontarci ironicamente la vita di un asociale solitario e le regole che egli impone alla sua esistenza.
Dove l’albergo è la metafora più azzeccata della vita, come non-luogo di vana attesa, di stasi e di passaggio.

cda_1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...