Pubblicato il

JFK – UN CASO ANCORA APERTO

DATI TECNICI:

Anno: 1991
Paese di Produzione: Usa
Genere: Storico
Regia: Oliver Stone
Interpreti principali:
Kevin Costner: Jim Garrison
Tommy Lee Jones: Clay Shaw
Gary Oldman: Lee Hoswald
Joe Pesci: David Ferrie
Jack Lemmon: Jack Martin
Kevin Bacon: William O’Keefie
Donald Sutherland: X
John Candy: Dean Andrews

RECENSIONE (contiene spoiler):

Oliver Stone ha sempre avuto a cuore la ricostruzione della storia americana e l’omicidio del presidente Kennedy è sicuramente uno degli eventi più sensazionali di questa storia.
Dalle quasi tre ore di visione traspare quindi la grande passione civile del regista e nonostante la lungaggine tipica di Stone, il film non diventa mai prolisso.
La ricostruzione storica è dettagliata, il racconto inizia con le varie reazioni del pubblico americano all’omicidio del presidente.
Tra queste persone Jim Garrison interpretato da Kevin Costner e le sue timide iniziali indagini si alternano alle notizie provenienti dai telegiornali sui tragici avvenimenti immediatamente successivi all’omicidio: l’arresto di Lee Oswald (interpretato da un silenzioso Gary Oldman molto nella parte del personaggio che reincarna) e poi il suo omicidio.
Dopo un po’ di anni il procuratore Jim Garrison riprende in mano l’indagine (fatto realmente avvenuto), e con l’aiuto di  alcuni fedeli collaboratori cercherà di sfondare il muro di omertà e di ricostruire a distanza l’omicidio di Kennedy, partendo dagli squallidi conservatori anticastristi di cui si circondava Oswald e che lo muovevano come una pedina: tra questi spicca un Tommy Lee Jones in parrucca con ricci grigi nel ruolo di Clay Shaw (che Garrison riuscirà a portare in tribunale, anche se poi verrà assolto) e soprattutto l’interprete più convincente del film, ovvero un Joe Pesci con grosse sopracciglie finte nel ruolo di David Ferrie, paranoico al massimo.
Il ritmo è molto serrato: Stone alterna le indagini di Garrison a numerosi flash back in bianco e nero, montati alla perfezione.
“Jfk” è un ottimo film su un avvenimento controverso ed avvincente, con ottimi attori e con Stone che tiene in pugno la regia.
Solo il finale nell’aula del tribunale, dove Garrison racconta la verità dei fatti, rischia di diventare didascalico e patetico, con le lacrime patriottiche di Costner.
Da notare infine i camei di altri bravi e navigati attori: da Jack Lemmon a Donald Sutherland, da Walther Matthau a Kevin Bacon e John Candy, per un cast mastodontico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...